Passa parola - E non è affatto poco

Quando un collega "chiama", il Rospo "risponde".

Se il passa parola di un articolo, di un video, di un sito o di un semplice pensiero può servire a sensibilizzare anche una sola anima pia, abbiamo già fatto la metà della metà della metà del nostro dovere... E non è affatto poco.

Quindi mi pare giustissimo postare il link, semplicemente per non dimenticare, come dice giustamente Tyler, che seppur con nove anni di ritardo e senza sperare che qualcosa possa portare i responsabili a pagare realmente per quello che hanno commesso, tali parole appaiono come una lucina piccola piccola nel buio pesto... E non è affatto poco.

Meditiamo insieme!

C'è grossa crisi e se nel nostro piccolo non ci aiutiamo è ancora peggio...

Dammi dieci minuti e scendo...

Sapete quanto io ami le notizie scientifiche, e se non lo sapete ve lo dico adesso: adoro leggere le nuovissime ricerche dei più strampalati ricercatori di mezzo mondo che ogni giorno se ne escono con teorie più o meno assurde e incredibili novità.

Quest'oggi voleremo negli Stati Uniti d'America, più precisamente a Washington D.C. presso gli studi della "Society for Sex Therapy and Research" dove tantissimi studiosi si sono fatti carico di una scoperta sensazionale.

Un rapporto sessuale è appagante se dura tra i 7 e i 10 minuti, non un secondo di meno, non un secondo di più. Secondo questi ricercatori infatti nei primi 10 minuti l'attenzione è altissima, mentre dopo questi fatidici 600 secondi il cervello comincia a vagare altrove.

C'è chi pensa alle bollette da pagare, chi pensa che l'ultimo film visto al cinema faceva cagare, chi pensa che i tagliolini al pesto mangiati il giorno prima erano scotti, chi pensa che in TV oramai non danno più nulla di interessante, chi pensa addirittura che le pareti della camera da letto sarebbero da ritinteggiare e cerca di scegliere il colore più adatto proprio mentre sta facendo sesso con il/la proprio/a partner... Ebbene si per gli americani è così.

Certo ci tengono a precisare che se un rapporto dura meno di 2 minuti va ritenuto inaccettabile, mentre dai 3 ai 7 è abbastanza appagante e concludono dicendo che oltre i 13 è scandalosamente noioso.

Ora io non so cosa combinino la notte nella Society for Sex Therapy and Research, non so cosa mangino quelli della Society for Sex Therapy and Research, ma possibile mai che non ci si possa concentrare sul sesso per più di 10 minuti?

E i preliminari? Vanno inclusi? Perchè ogni tanto sarebbe giusto farli no? Ammesso che secondo voi siano necessari. Sapete com'è, valutate un rapporto sessuale in base all'intensità del pensiero, non mi meraviglierei se mi diceste che non sapete cosa sia un orgasmo.

Insomma gli americani ci tengono a farci sapere che loro, tra la crisi economica, l'obesità dilagante e la lotta al terrorismo non hanno tempo di trombare come si deve.

Ecco una di quelle poche volte in cui sono contento di essere italiano... Fossi nato a Chicago non avrei mai visto cose del genere...

Pillola blu o pillola rossa?

Ricordate il grande Morpheus che proponeva al caro Neo l'ingresso "to the real world" nel film Matrix? Il buon vecchio Keanu Reeves doveva scegliere se prendere la pillola blu oppure quella rossa, se capire come funzionava il mondo o rimanere a vita nell'oblio assoluto.

Da oggi impotenti, eterni barzotti e curiosi potranno provare la stessa ebrezza provata dal protagonista di Matrix!

Dopo la pillola blu, che oramai anche le mozzarelle conoscono, ovvero il Viagra, è nata la pillola rossa, ovvero il Tradamix, creata da ricercatori dell'università Federico II di Napoli, questa pillola non va assunta poco prima di fare baldoria come la sua rivale blu, ma va presa come una pillola anticoncezionale, una volta al giorno per minimo 60 giorni, e sembra aver dato ottimi risultati, evitando ai novelli pornostuntman tutti gli effetti collaterali dell'oramai obsoleto Viagra.

La lista d'attesa per provare la pillola rossa è lunghissima...

Silvio l'ha portata in Canada per soddisfare la nuova compagna di viaggio.
Umberto ha detto che se la colorano di verde è disposto ad inserire la Campania nelle regioni padane.
Renato sogna di prenderla per avere una terza gamba più lunga che possa aiutarlo a sembrare più alto.
Ignazio per la gioia è pronto a farsi cambiare il cognome in "La Rossa".
Addirittura da Valencia arriva voce che Massa e Alonso pensano di usarla per avere una leva del cambio supplementare nelle loro monoposto tutte rosse che attualmente non corrono come vorrebbero...

Insomma ce n'è per tutti i gusti.

Oramai oggi si tende a risolvere ogni cosa con le pillole... Un grande genio aveva previsto tutto...

Cenerello e il troppo Tavernello

Festa di partito per la Lega Nord a Ternate in provincia di Varese e poco prima di mezzanotte, poco prima che Cenerentolo (per gli amici "Cenerello") abbandonasse la ricca cena di gala, poco prima che l'incantesimo svanisse e soprattutto poco dopo svariate bottiglie di vino rosso e carne di cinghiale il ministro delle riforme e leader del partito Umberto Bossi si è alzato in piedi, ha fatto suonare il suo bicchiere colpendolo con la forchetta per attirare l'attenzione degli astanti ed ha proferito queste parole:

"Siamo destinati a veder nascere la Padania! Non c'è santo che tenga! La Padania sta a noi se farla in maniera pacifica o violenta. Io preferisco la via pacifica, perchè per l'altra via c'è sempre tempo a utilizzarla, ma ora bisogna portare a casa il più possibile in parlamento!"

Si vocifera che subito dopo queste parole sia caduto all'indietro per un forte singhiozzo post sbornia, con la sacca del catetere stracolma e il pannolone sporco...

Umberto aspettiamo con ansia di veder nascere la Padania, ma con le cattive! Così due calci nel culo non te li toglie nemmeno Sant'Ambrogio.

Eppure lo sai che sei astemio! Se proprio devi ubriacarti, almeno affidati ad un buon sommelier...

RosPoeta - "Il 5 Luglio"

Ei fu. Siccome indagato,
data mortal scalata,
gli danno un minister neonato
senza utilità provata.
Così percossa, attonita
l'Italia al nunzio sta,
muta pensando all'ultima
beffa del cavalier maiale;
ben sa quando una simile
truffa di piede uguale
la nostra dignità
a calpestar verrà.

Alessandro Manzoni compose l'ode civile "Il 5 Maggio" in onore del grande Napoleone Bonaparte, mentre il giudice del tribunale di Milano decide di aspettare "Il 5 Luglio" per dirci se accoglierà o meno la richiesta di leggittimo impedimento del neo ministro Aldo Brancher...
Ho quindi deciso di prendere liberamente spunto dalle prime righe del poema manzoniano per comporre un'ode al ministro e a chi lo ha nominato, prendendosi nuovamente gioco del paese che lo ha votato.

Che non me ne voglia il Manzoni, le mie son frivolezze estive, nate per sollazzar palati più o meno fini.

Intanto il PM di Milano Eugenio Fusco ha bloccato tutto dicendo:
"So che è ministro senza portafoglio, ma non so con quali deleghe del presidente del consiglio. Se non conosco le deleghe di questo ministro, come posso immaginare quali sono i suoi impegni istituzionali?"

Sarebbe ora di mettere le mani nel cassetto della Brancheria intima.

Sono certo che troveremmo tutti i numeri di questa famosa raccolta uscita nelle edicole tempo fa...

La patata bollente

Annuncio a tutti i naviganti: "Salviamo Rocco Siffredi!".

Il nostro amato mangiatore di patatine è nei guai con il fisco italiano e si ritrova per la prima volta in vita sua una patata bollente tra le mani.

Era convinto di averne viste di tutti i colori, ma questa patata proprio gli mancava. Secondo la Guardia di Finanza, Siffredi avrebbe evaso le tasse dal 2002 al 2005 per una somma vicina ai due milioni di euro, con importi da versare superiori ai 700 mila euro mai visti da nessuno. Corre voce che Rocco abbia inoltre fatto volutamente una residenza fittizia in Ungheria proprio per non pagare le tasse, creando qualche società fantasma sempre lì e intestando una villa di sua proprietà a Roma ad una società britannica.

L'attore (nonchè produttore) di film hard ha comunque rilasciato dichiarazioni dove conferma di essere totalmente estraneo ai fatti per i seguenti motivi:
- Vive davvero in Ungheria (la patria del porno moderno).
- I figli vanno a scuola a Budapest.
- E' tutto un pasticcio burocratico creato dal comune di Ortona che non gli ha cambiato la residenza.

Rocco Siffredi ha inoltre dichiarato di essere pronto a pagare parte dell'ammanco per poter tornare a testa alta nella sua Ortona ogni volta che vorrà... Peccato che i finanzieri non accettino pagamenti in natura altrimenti sarebbe stato tutto facile per lui.

E' infatti risaputo che il mondo dei film porno è in crisi a causa del web dove praticamente si può raggiungere un orgasmo fai da te in soli 3 click e soprattutto in modo totalmente gratuito. Lo stesso Siffredi ha infatti denunciato la cosa, affermando che i siti dove è possibile reperire in modo illegale il suo materiale sono passati da 400 a più di 10.000 in pochissimi anni... Ma purtroppo mentre lui era impegnato a mangiare patate di ogni genere la tecnologia è avanzata tantissimo ed ora la domanda sorge spontanea:

"Riuscirà il nostro eroe a farla Franca? O sarà Franca (nota transessuale ungherese) a farsi il nostro eroe?"

Diceva di averle provate tutte ricordate? Beh... Questa forse se l'era persa.

La morte in diretta

Sono napoletano e quindi potrei stare qui a menarvela sul fatto che "Masaniello" Quagliarella doveva giocare titolare tutte le partite di questo mondiale, ma non sono un addetto ai lavori e non mi permetto di fare commenti su Lippi e sui giocatori...

Però in compenso siamo riusciti a perdere con la Slovacchia allenata dal fratello gemello del conduttore televisivo Michele Cucuzza e questo è tutto dire...


Vedete Vladimir Weiss(C.T.Slovacchia) e il grande Michelone, giudicate voi!

Altro che "La vita in diretta", ci siamo proprio suicidati...

Human Kebab

A TUTTI GLI AMANTI DEL KEBAB SI PREGA DI NON LEGGERE QUESTO POST.

Finalmente è giunta la condanna per i tre clochard russi accusati di cannibalismo.

E' passato poco più di un anno da quando i tre furono arrestati.

Ad una fermata d'autobus, di notte, a Perm, al confine tra Europa ed Asia, tre uomini individuarono un venticinquenne da rapinare. Scattò una rissa, ma il finale fu davvero assurdo. Dopo svariate coltellate infatti il ragazzo morì e loro scoprirono che in tasca non aveva quasi nulla...

Si sa che "i comunisti mangiano i bambini", ma loro essendo proprio comunisti russi, quelli veri, quelli con la "C" maiuscola, decisero di fare uno strappo alla regola e considerare un venticinquenne come un "bambino". Dopo aver smembrato il cadavere ne mangiarono metà, poi sazi, felici e contenti decisero di guadagnare qualche soldino vendendo il resto della carne ad un venditore ambulante di kebab...

Se non vi fosse ancora caduta la mascella ci penso io.

Si perchè la corte si è espressa dando 13 anni di carcere a due dei clochard e 18 anni all'altro del trio nefando...

Basteranno 13 anni a far capire che la carne umana non è il massimo a cena?
Basteranno 18 anni a far capire che uno a venticinque anni non è più un bambino?

Questo non ci è dato saperlo, ma intanto possiamo trarre le nostre considerazioni e tralasciando la cinica ironia sarebbe giusto poter capire qualcosa di più di questo mondo alla deriva, dove accadono tutti i giorni cose sempre più assurde ed inconcepibili.

In ogni caso credo che per qualche tempo lascerò il kebab al resto del mondo... Se proprio devo, mi faccio una pizza.

E poi in tutta sincerità... Ma non ci bastava Hannibal?

Il valzer del moscerino

Mentre le zanzare di notte oramai sono una presenza costante e decidono di trasformarsi in speleologhe e visitare le nostre orecchie regalandoci notti insonni.
Mentre le loro colleghe tigrate, grosse come polli d'allevamento, non ci lasciano in pace nemmeno di giorno (cosa impensabile fino a qualche anno fa).
Mentre viene sequenziato il DNA del pidocchio, ed ora sarà più facile combattere questi simpatici amici portatori di malattie.
Insomma mentre tutto fila liscio, accade l'irreparabile, una tragedia colossale, un qualcosa che sconvolgerà il mondo.

Altro che i futili problemi di cui vi parlo ogni santo giorno!

Hanno cambiato il nome ai moscerini della frutta! E' come al solito l'Ansa a riportare per prima la tragica notizia. Il simpatico moscerino della frutta non si chiamerà più Drosophila Melanogaster, ma da oggi sarà battezzata con il nome di Sophophora Melanogaster. Il vecchio nome era nato nel sedicesimo secolo e il padre, il grande Linneo (inventore della nomenclatura binomiale), lo aveva scelto accuratamente, ma oggi si ritiene opportuno e necessario un cambio di nome perchè "il primo era troppo generico".

L'Ansa ci comunica che (cito testualmente):
"Molti ricercatori HANNO UN LEGAME EMOTIVO con il vecchio nome e non lo cambieranno con il nuovo"

Cari ricercatori io vi amo. In primis è bello sapere che mentre noi non ci emozioniamo più per nulla in questo fetido stagno gigante che è il mondo, voi avete un legame emotivo con il nome "Drosophila" tanto che immagino i nomi delle vostre figlie... Maria Drosophila Rossi, Giulia Drosophila Mattei o meglio ancora Drosophilina Bianchi, ma soprattutto voi vi imponete, vi ribellate, decidete di non utilizzare il nuovo nome di battesimo del povero moscerino che altrimenti non saprebbe più che valzer ballare, su quale frutto posarsi o quale nettare ciucciare! Già immaginavo stragi di moscerini confusi spiaccicati su parabrezza e caschi di auto e motociclette... Fortuna che ci siete voi.

Credo che anche Cristina D'Avena sia fiera di voi!

La luna e i falò

Per le strade di Napoli ci sono ancora 700 tonnellate di spazzatura e il maltempo non ha di certo migliorato la situazione.

Adesso arriva l'estate, il caldo bestiale, il sole cocente e si prospettano scenari bellissimi.

Cumuli e cumuli di sacchetti multicolore, dolci e ronzanti mosche ed altri insetti svolazzanti che si cibano della minuscola e brulicante flora e fauna presente in abbondanza tra i rifiuti stessi. Nauseabondi olezzi dotati del dono dell'ubiquità, perchè la puzza la senti dappertutto.
Passionali roghi alla diossina sparsi un pochino qua, un pochino là, all'insegna del simbolismo della luna e i falò, e pronti a donare mille emozioni oltre a qualche intossicazione...

Ed attorno tutto tace. Si perchè quando serviva il voto, il consenso, il premier si è precipitato a dire che ci avrebbe pensato lui, che tutto si sarebbe risolto in brevissimo tempo, ma adesso la situazione è diventata inutile, non conviene tornare sul luogo del delitto, lì dove è stata uccisa la fiducia delle persone che come degli automi, sulla spinta delle figuracce di Bassolino e soci, non aveva esitato un secondo a votare per S.Silvio e adesso deve fare i conti con un uomo che non sa fare i miracoli... Ha semplicemente fatto come il mago Casanova. Un trucco, un effetto ottico, una soluzione precaria che ha fatto riemergere il problema più vivo e forte che mai.

E basta che ce sta o'sole... E basta che ce sta o'mare... Dice un'antica canzone (L'importante è che ci siano sole e mare -traduco non si sa mai che passi sul blog Luca Zaia).

Purtroppo oltre al sole ed al mare c'è anche la spazzatura, ma d'altronde nessuno è perfetto no?

Le palle di Puffo Quattrocchi...

Lo so che oramai ne hanno parlato tutti di queste "benedette" mozzarelle blu che hanno invaso l'Italia come orde di barbari provenienti dalla Germania senza troppe difficoltà, ma anche io volevo dire la mia.

Per chi si fosse perso la notizia sono state sequestrate dai NAS di Torino circa 70mila mozzarelle destinate a dei discount del nord Italia perchè una volta aperta la confezione esse diventavano puffolosamente azzurre. Tali mozzarelle provenivano dalla Germania e dalla foto messa in circolazione dall'ANSA mi sono accorto subito di conoscere la confezione. L'involucro della mozzarella fotografata appartiene alla LAND, marchio distribuito in Italia da Eurospin, ma a parte quella foto con il marchio non visibile e un video su internet dove la mozzarella resta bianca come la neve non ci sono altre prove a carico della LAND, quindi non è il caso di gettare benzina sul fuoco. (Aggiornamento in tempo reale, mentre scrivo, il governo ha confermato che le ditte incriminate sono LAND - LOVILIO e MALGA PARADISO distribuite rispettivamente da EUROSPIN - LIDL e MD discount)

In tutta onestà inizialmente ho pensato semplicemente che i tedeschi, campioni di marketing, si siano inventati le mozzarelle tifose, che una volta tolte dalla confezione prendono il colore della nostra nazionale e quindi di diritto da bufale tedesche diventano mozzarelle italiane.

Scartata questa ipotesi ho poi preso la notizia sul serio, ma oggi l'ANSA riporta un comunicato dove si dice che:
"Gli esami effettuati sulle mozzarelle escludono la tossicità, anche se non sono certamente commestibili." (specificando che nessuno mangerebbe mozzarella di colore blu... ma dovevano dircelo loro? Mah...)

La causa della puffosa colorazione è un batterio del genere Pseudomonas normalmente presente in natura...

Non resta che dire due cose...

Cari tedeschi, voi pensate ai Wurstel, ai crauti ed alla birra, che alle mozzarelle ci pensiamo noi!
Al massimo sulle nostre ci finirà su un pochino di diossina, ma non cambieranno mai colore!
Cosa pensereste se esportassimo da voi dei wurstel a strisce nere, gialle e rosse che puzzano di birra?

Cari italiani, fate attenzione a cosa mettete nel carrello, vi potrebbe capitare di portare in tavola le palle di puffo Quattrocchi invece delle ciliegine di mozzarella...

..."Che è peggio!"

Preghiera take away?

E' da qualche giorno che meditavo di parlare del "Rosario Elettronico", l'oramai famosissimo"Prex"!

L'oggetto del desiderio di tutti i cattolici alla moda, che ha la voce di una suora, il nome di un preservativo di sottomarca e la forma di un uovo, ma serve per pregare comodamente in ogni angolo del globo terrestre.

Siete a cena fuori con vostro marito o vostra moglie, ma avete l'impellente bisogno di un padre nostro?
C'è Prex.

Siete in vacanza all'estero e non sapete dove trovare una chiesa?
C'è Prex!

Siete al cesso e avete già completato la Settimana Enigmistica?
C'è sempre Prex!!

E' Domenica, vi siete svegliati tardi e proprio non vi va di vestirvi per andare in chiesa?
Ehy ma non sarebbe il caso di cambiare religione?

Ma che Prexo fa? Solo 29,90 Euro.

Qualcuno si sarà vergognato di questa invenzione? Spero di si... Io sono un agnostico e non sono affari miei, però sono sicuro al cento per cento che se fossi un cattolico credente, se avessi la minima idea di cosa sia la vera fede e di cosa significhi la parola PREGHIERA, mi vergognerei a morte. Sarei offeso nel profondo, perchè questo oggettino non mi significa niente.

La pubblicità girata per il piccolo schermo è poi quanto di più blasfemo si potesse concepire...

...questa gente rischia le fiamme dell'inferno, non gli resta che sperare che qualcuno Prexi per loro.

Chi trova un nemico trova un tesoro.

I tempi cambiano e se prima per trovare un tesoro dovevi trovarti un amico, adesso se vuoi trovare un tesoro devi dare la caccia ai nemici.

- Trova i nemici dello stato e scopri cricche milionarie.
- Trova i nemici dello sport e ti ritrovi giri di euro da mille e una notte.
- Trova i nemici degli animali e scopri 3 miliardi di buoni motivi per inorridire.

Si aggira infatti intorno ai 3 MILIARDI DI EURO, il giro di affari illegali che coinvolgono animali indifesi.

Questo emerge dal "Rapporto Zoomafia 2010" della LAV (Lega Anti Vivisezione) che mi ha lasciato semplicemente a bocca aperta. Penso che per quanto si possa immaginare quello che c'è "sotto" non si arrivi mai ad averne piena visione... La lista dei misfatti e tanto lunga quanto truce e sicuramente incompleta.

Si parte dalle corse illegali di cavalli superdopati e maltrattati, per passare all'importazione illegale di animali di ogni tipo dall'estero, con conseguenze traumatiche per i nostri amici animali, stivati in posti microscopici, senza cibo ne acqua, al caldo, per ore, aspettando di raggiungere venditori abusivi che li daranno al miglior offerente ignaro di tutto.

Altra pratica abbastanza diffusa è lo sfruttamento degli incentivi statali per la gestione di canili. Queste persone decidono di prendere in gestione un canile, si pappano le sovvenzioni e lasciano i cani nelle condizioni più pietose del mondo. Salvo magari utilizzarne qualcuno per le lotte tra cani, dove con addestramenti fatti di pestaggi e droghe dei bastardi si dilettano a vedere cani che ammazzano altri cani...

E vogliamo parlare del contrabbando di bestiame? Animali malati? Non c'è problema! Li ritiriamo a domicilio, falsifichiamo i documenti, li macelliamo di frodo e li serviamo nel tuo piatto senza che tu nemmeno te ne accorga.

E il bello è che queste pratiche non finiranno mai, perchè le pene sono così poco severe e i controlli sono così pochi rispetto alla miriade di casi esistenti che ci sarà sempre qualcuno pronto a sostituire quello "fatto fuori dal giro", in un circolo vizioso che non renderà mai giustizia a degli animali indifesi...

Da oggi, prima di dire a qualcuno: "Il tuo cane è intelligente come fosse un essere umano", ricordiamoci che quel cane potrebbe offendersi, perchè queste porcate gli animali non le fanno!

Per una volta vi lascio un video meno comico del solito... Ma molto suggestivo. Correva l'anno 2007, ma il messaggio era lo stesso di oggi: "Lasciateci vivere!" (da Rospo, mi ritengo uno di loro!)

L'Apocalisse è vicina?

Io non so se i Maya avessero ragione ed il 12/12/2012 ci ritroveremo tutti stecchiti, ma c'è il rischio che il Parlamento europeo si frapponga tra noi e la fine del mondo.

A segnalare la cosa è il vicepresidente del gruppo Ferrero, che in un'intervista (vi riporto l'Ansa) ci rende partecipi del suo lutto per la decisione del Parlamento europeo di portare al voto una proposta di legge che lascerebbe all'Europa la libertà di scegliere quali prodotti del settore alimentare possano essere pubblicizzati normalmente e quali no.

In parole povere, se un prodotto alimentare supera delle soglie di grassi, zuccheri o sale, creando un rischio per la salute dei consumatori, ci saranno delle limitazioni nella possibilità di pubblicizzarlo e sarà obbligatorio inserire sul prodotto in questione un avviso molto simile a quello attualmente presente sulle sigarette...

Vi immaginate vostro figlio con in mano una girella con su scritto: "Può provocare la morte!"??

E noi? Noi usuali trangugiatori di Nutella, saremo sempre pronti a sguinzagliare il nostro cucchiaino nel barattolone se sopra ci campeggerà una scritta del tipo: "Causa il diabete" o "La Nutella uccide!" o peggio ancora "Fatti una pera, lascia stare sta Nutella!" (che poi quanti capiranno che la pera è intesa come frutto?) ???

I valori scelti dal Parlamento sono talmente bassi che una fetta immensa dei prodotti del settore dolciario pagherà le conseguenze di un'eventuale vittoria dei "si" a favore dei "no".

Però sorrido... Si perchè il signor Fulci (il vicepresidente) ha concluso l'intervista dicendo: "La prossima volta, saremo ben certi che nessuno di quelli che la pensano come noi manchi alla votazione" e già immagino camion della Ferrero approdare nelle case di svariati parlamentari per dargli un doveroso imput a votare NO!

NO al proibizionismo... SI a Valsoia... ehm... coff coff, no quella è una puttanata...

SI alla Nutella!

La citazione video è OBBLIGATORIA. Fate finta che non sia Moretti, ma un parlamentare dopo la visita di Fulci come potrebbe mai compiere il delitto di votare contro di lei?

Io la COCAcola me la porto al porto

Massimiliano Barbieri, detto "Macho", collaboratore del grande Vasco Rossi, ieri è stato arrestato nel porto di Sanremo, a pochi passi dallo yacht del Blasco, che al momento dell'arresto era proprio lì a dormire beatamente.

Qualcuno ha fatto una soffiata telefonando ai carabinieri, che si sono appostati sul luogo del misfatto, hanno visto arrivare il suv del collaboratore milanese di Vasco e hanno deciso di perquisire lui e l'auto.

Nel faro posteriore 30 grammi di cocaina e un bilancino di precisione sporco di droga.

"E' la mia droga" avrebbe detto, ma l'arresto per "detenzione ai fini di spaccio" non poteva evitarlo in nessun modo. (Eh beh... 30 grammi sono tantini)

Il Blasco ha precisato di essere totalmente estraneo ai fatti tramite il suo ufficio stampa...

...In realtà lui doveva fare qualcosa.

Doveva dire a "Macho" che per farla franca a Sanremo devi aspettare la settimana del Festival di Sanremo!

In quel periodo accadono cose strane al porto...

Passa parola

Come giustamente chiesto da Domenico sul suo BLOG, riporto qui lo spezzone della puntata di Report dove Milena Gabbanelli lancia il suo personale appello contro la "legge bavaglio".

A volte il "passa parola" può essere un elettrostimolatore per cervelli, anime e coscienze.


Facciamo Fiki Fiki insieme

Ricordo come fosse ieri quando per la prima volta in vita mia, mi abbattei nel magico mondo degli annunci personali delle pagine dei giornali. Ogni città ha il suo giornale di annunci, a Napoli il più famoso era Fieracittà, ora che sono a Roma vedo che è gettonato PortaPortese e tanti altri ce ne sono nelle altre città.

C'è chi vende la macchina, c'è chi compra fumetti, chi offre al miglior offerente un vecchio mobiletto bar e c'è chi ha perso il senno e ci tiene a farlo sapere a tutti.

Vi potrà così capitare di imbattervi in annunci del tipo:

- IMPRENDITORE 42enneNON LIBERO davvero di classe e di bella presenza molto serio e riservato amante dei rapporti amicali conoscerebbe amiche nella massima riservatezza solo se di reale bella presenza astenersi senza requisiti e gay.

(Sarà amante dei rapporti amicali, ma odia la punteggiatura... e poi se premette che è "non libero" risulta difficile credere che sia MOLTO SERIO)

- Ragazzo fisico scolpito conoscerebbe amici e trans scopo amicizia. No squilli e sms zona Caserta e provincia.

(scopo amicizia... nel senso che ti vuoi scopare l'amico che trovi?)

- AMICIZIAfatta di incontri piacevoli cerco con donna perbene seria e sopratutto riservata coetanea max 47enne. Se trattasi coppia parlo con entrambi al telefono. Sono bel 30enne serio ed educato.

(azz sei serio ed educato ma se ti cerca una coppia non dici di no? Sporcaccione!)

- CONOSCEREI per pura amicizia gentildonne max 47enni decise sicure colte libere di spirito e da conflitti interiori ricche di interessi in bella forma fisica intenzionate iniziare emozionante dialogo.

(dovresti prima contattare un centro di igiene mentale per un emozionante colloquio)

- SE CERCHIun giovane di 35 anni e di bella presenza alto 1,84 occhi verde oliva libero professionista laureato accademia di belle arti con veri valori e sentimenti e sei una ragazza max 30enne e sei come me di Napoli o zone limitrofe contattami per seria amicizia.

(purtroppo io lo cercavo alto 1,70... e po all'accademia di belle arti non ti hanno insegnato a scrivere in italiano? Ma va là va là...)


E poi il PODIO finale:

- TRANS SAMANTHAcerca amici ed amiche anche in coppia per scambio culturale e di idee filosofiche.

(non ho parole)

- 40ENNEfunzionario statale cerca un'affascinante colta giunonica signora/ina vedova divorziata separata 20/50enne anche con figli trasgressiva e libera professionista o passionale ed esigente impiegata per convivenza o matrimonio gradito telefono.

(se è libera professionista deve essere trasgressiva, se è impiegata deve essere passionale ed esigente! mi raccomando!)


Al primo posto...

- SE VORRESTIe non hai ancora avuto la gioia della maternità e sei in età fertile e non fumatrice, potrei essere io il padre esemplare di tuo figlio ed il marito o il compagno ideale per te. Scrivimi senza esitare. Sono un simpatico vedovo 55enne sensibile.

(ah se sei sensibile allora ti scrivo... ti sei salvato in calcio d'angolo...)


E voi? Avete un annuncio da fare?

Intanto vi lascio a Gino e il Fiki Fiki, mi sa che lui di annunci ne scrive parecchi...

TeleRospo - L'imbarazzo della scelta

Tornano le videoinchieste del Rospo Dalla Bocca Larga.

Mentre mezza Italia si preoccupa per questioni "banali" come la crisi economica, la precarietà, i bavagli, le speculazioni, gli imbrogli e chi più ne ha più ne metta, c'è gente che non ha le stesse preoccupazioni e anzi ha molto tempo libero da dedicare a cose molto più costruttive come BALLARE e RIMORCHIARE.

Se fate parte di questa categoria, non potete fare cosa migliore di trasferirvi a Napoli, dove pare che ci sia una miriade di donne bellissime che per strada non aspettano altro che essere abbordate per passare una notte di passione insieme a voi...

TeleRospo vi propone il nuovissimo video musicale di Luciano Caldore e Gino Coppola (due fantastici artisti della corrente neomelodica napoletana) dal titolo "Sciglie tu" (Scegli tu), sottotitolato in italiano per i non partenopei, dove vi sveleremo tutti i trucchi per poter fare colpo sulle donne! (In bianco trovate i sottotitoli di Gino Coppola, in giallo quelli di Luciano Caldore)

Da oggi non avrete che l'imbarazzo della scelta!

TeleRospo... E sei il protagonista!

Chi cerca trova

Ieri come mio solito ascoltavo "La zanzara" su Radio24, nonostante non ci fosse il solito Giuseppe Cruciani, ma il sostituto Alessandro Milan, causa mondiali di calcio, mi sono fermato lo stesso ad ascoltare.

Come un lampo a ciel sereno ho beccato la telefonata/intervista a Vittorio Feltri, un uomo che non mi è mai stato particolarmente simpatico, e ieri è sceso ancor più nel mio indice di gradimento.

Vi linko qui uno stralcio dell'intervista che clikkando potrete ascoltare con le vostre orecchie:

Dura pochissimo ma è il punto cruciale dell'intervista.

Secondo Vittorio Feltri l'Italia, che viene dipinta in crisi da giornali e media, in realtà non se la passa affatto male e sapete perchè? Perchè nei weekend non si può uscire per quanto le strade siano piene di gente che va a spasso. Perchè per le strade non si incontrano cadaveri di gente morta di fame, non si incontrano straccioni. Perchè (e qui mi sono cadute le braccia in modo definitivo) se uno perde il lavoro dopo se vuole un altro lo ritrova, mentre se resta disoccupato e solo perchè non ha voglia di CERCARLO un altro lavoro.

Dove vive il direttore Feltri non ci è dato sapere, visto che dipinge un'Italia talmente distorta che un quadro di Picasso a confronto è un quadro impressionista.

Basta fare esempi eclatanti e minimalisti come quello dei cadaveri sui marciapiedi o delle auto in viaggio verso chissà dove e si è risolta la crisi economica signori miei, impariamo tutti da Vittorio Feltri.

Sull'isola dei cassaintegrati c'è gente che non ha voglia di lavorare. I dati ISTAT sono tutte fesserie. La verità è che non ci va proprio di sbarcare il lunario. Siamo degli eterni scansafatiche pronti a dare la vita pur di rimanere disoccupati.

Direttore posso darle un consiglio? Con il prossimo numero de "Il Giornale" che lei attualmente dirige, potrebbe dare in omaggio il "kit del lavoratore" per non perdersi in questa jungla di posti di lavoro:
- Una bussola, per seguire il lavoro ovunque vada.
- Una torcia, per poterlo individuare anche di notte.
- Un coltellino svizzero, per poterlo tirare fuori da qualsiasi cosa.
- Una tenda canadese, per accamparsi nei posti dove il lavoro è numeroso e servono appostamenti mirati.
- Una penna ed un taccuino, giusto per appuntarci gli svariati appuntamenti che riusciremo a procacciarci per dei colloqui di lavoro.

Forse non lo ha già fatto perchè sa che un prodotto del genere non attirerebbe una grossa fetta di mercato vero? Beh forse è vero. E poi noi italiani anche se lo troviamo qualcuno che vuole farci lavorare ce la mettiamo tutta pur di non farci assumere.

Titoli di coda trasparenti

Grazie al capogruppo del Pdl Alessio Butti ed al suo emendamento fresco fresco approvato dalla commissione di vigilanza, molto presto alla fine di ogni trasmissione Rai passeranno dei titoli di coda trasparenti.

Saranno trasparenti, ma visibili e questo è il bello. Si perchè la loro trasparenza non è insita nell'aspetto, ma bensì nel contenuto.

In questi titoli di coda potremmo leggere gli effettivi costi della trasmissione appena vista. (Stipendio del conduttore, degli ospiti e costi gestionali)

Avete sempre sognato di sapere quanto percepisce Lamberto Sposini per condurre la Vita in Diretta? State morendo dalla voglia di sapere quanti euro becca Monica Setta per andare in onda quasi in topless e diventare il sogno erotico degli ultrasessantenni italiani? O comunque non vedete l'ora di capire quanto denaro gira attorno alle trasmissioni Rai in generale?

Beh è il vostro giorno fortunato! Adesso potrete sapere tutto, ma proprio tutto.

Non dovrete fare altro che procurarvi un registratore (VHS o DVD), registrare la trasmissione, e rivedere i titoli di coda, visto che:

1) Per alcune trasmissioni saranno più lunghi i titoli di coda che le trasmissioni stesse.
2) Andranno ad una velocità talmente supersonica che difficilmente riusciremo a carpire dati certi ad una prima semplice visione.

Sono perplesso... Non era meglio creare uno spazio web dove inserire con chiarezza tutti gli stipendi di queste persone? Non era meglio essere trasparenti sul serio a questo punto?

Leggo da qualche parte che la Rai aveva già creato uno spazio web dove avrebbe inserito i costi delle collaborazioni ben 3 anni fa... Il bello è che la sezione del sito è ancora marchiata dal bollino "Lavori in corso", ma la cosa ancora più bella è che io nemmeno riesco a trovarla... C'è chi ci è riuscito però.

A questo punto mi sorge un unico dubbio...

Secondo voi, quanto guadagnava Vulvia?


Speed 3

Ricordate il film "Speed" e il seguito "Speed 2"? Per chi non li avesse mai visti, erano dei film che avevano a che fare con la velocità. Nel primo trovavamo gli altisonanti nomi di Keanu Reeves, Sandra Bullock e la buonanima del grande Dennis Hopper scomparso da pochissimo. Nel secondo invece c'era sempre Sandra, ma in compagnia di Jason Patric e Willem Dafoe.

Nel primo capitolo la scena madre vedeva i protagonisti a bordo di un autobus che non poteva rallentare, altrimenti sarebbe esploso. Nel secondo capitolo (uscito per cavalcare l'onda del primo, ma che sicuramente se non fosse uscito nessuno ne avrebbe sentito la mancanza) vedeva i protagonisti che con lo stesso meccanismo non potevano far rallentare una gigantesca nave da crociera.
Non c'era bisogno di un terzo capitolo, ma l'Italia è un paese cinematograficamente avanzato ed allora l'attore e regista Flavio Tosi (che è anche sindaco di Verona, ma sicuramente lo conoscerete di più per film del calibro di "Nonna Papera d'avanti e di dietro tutti quanti" o "Gambadilegno Pietro, una mano avanti e l'altra dietro", altro che Troy McClure dei Simpson) insieme a due persone della sua scorta personale ed alla sua auto blu, ha deciso di girare sull'autostrada serenissima da Verona a Brescia la terza parte di questo grande classico del cinema americano, fatto di effetti speciali e suspance.

L'auto del sindaco veronese è stata beccata dal sistema tutor, la velocità media rilevata è di 190Km/h circa, poi è stata fotografata in sosta vietata e beccata con un adesivo inneggiante alla Padania libera che copriva parte della targa.

Ieri su Radio24, Giuseppe Cruciani ha ben pensato di intervistare il regista, attore e sindaco prima della proiezione del film tanto atteso.

Il sindaco Tosi si è così difeso in diretta radio dicendo più o meno queste cose:

1) La mia auto blu non è dello stato, ma è concessa in comodato d'uso gratuito da un mio amico che ha una concessionaria di auto. Questo permette allo stato di risparmiare e al mio amico di fare pubblicità a qualunque cosa, dalla sua concessionaria, alla Padania libera, passando per le Pringles e la Levissima, e se vuole anche i Chupa Chups.


2) Non ero io al volante, ma la mia scorta. Due agenti armati e in servizio che decidono in base alle circostanze a che velocità andare. In casi di emergenza è infatti prevista la possibilità di superare i limiti di velocità e di parcheggiare nel posto più vicino alla persona scortata per evitare allo stesso minacce alla sua incolumità. Siccome io siedo dietro e non avanti mi lascio trasportare e non mi interessa a quale velocità viaggi l'autovettura che mi trasporta.

Questi sono stati i due motivi addotti per giustificarsi.
Ma perchè il sindaco Tosi deve giustificarsi? E' stato multato, ha pagato e stop no?

Eh no! Perchè il caro sindaco ha annullato la multa, non ha pagato un centesimo e ci teneva a precisare che non era tenuto affatto a pagare.

Spontanee mi sorgono delle considerazioni:

1) L'auto blu sarà pure dell'amico venditore d'auto leghista, ma secondo il codice della strada è obbligatorio che la targa del veicolo sia ben visibile per evitare qualsiasi tipo di incidente (reale o diplomatico che sia) e quindi la prima giustificazione è quantomeno ridicola.


2) Il sindaco Tosi sa bene che le consuetudini non sono leggi, ma vuole farci credere che la consuetudine di questi autisti/agenti di correre a velocità folli, facendo manovre da ritiro della patente, siano ad ogni modo soggette a giustificazioni. Purtroppo non è così. Se non c'era una bomba sulla serenissima, se l'auto non era inseguita da una uno bianca con dentro brigatisti pronti a fare fuoco su Tosi, l'auto non doveva andare a 190Km/h di media... E c'è poco da giustificarsi.


Ma purtroppo l'Italia è un paese cinematograficamente avanzato e quindi ci tocca pure vedere come un classico del cinema americano, un film d'azione, un film adrenalinico, debba non solo essere riproposto, ma anche in chiave comica... E a noi tocca assistere inermi alla proiezione di questo ennesimo cinepanettone fuori stagione.
Comincio ad avere mal di pancia.

Chissà cosa ne pensa Gianni Morandi...

Tutto è bene quel che finisce bene...

Come nelle migliori favole a lieto fine nella notte è stato ritrovato il piccolo Luca, bimbo nato solo da 3 ore, che era stato rapito da un'infermiera nell'ospedale dove la madre aveva partorito a Nocera Inferiore in provincia di Salerno.

La fortuna ha voluto che indizi ben precisi, come l'auto della rapitrice, fossero ben noti alle forze dell'ordine, che in poco tempo sono riusciti a ritrovare la Fiat verde della signora Annarita Bonocore, infermiera dell'ospedale Cardarelli di Napoli. La donna, affetta da disturbi psichici è stata così arrestata insieme alla figlia che l'aveva accompagnata a "prendere" un nuovo bimbo da portare a casa, per fare poi cosa non è dato saperlo.

Eh si perchè ho una sola parola nella testa:
"Perchè?"

Perchè una donna un giorno decide di svegliarsi, prendere la figlia di 19 anni e partire per un ospedale al fine di rubare un neonato?

Ovvio la mia è una domanda cieca, di quelle cui non è possibile rispondere, perchè quando una persona ha problemi mentali non segue una logica precisa. Eppure mi sembra un gesto tanto ardito, quanto inutile che proprio non mi spiego come si possa arrivare a tanto.

Scommetto che anche voi avete nella testa una sola parola:
"Perchè?"

Perchè il rospo ha deciso di scrivere questo post?

Beh a questa domanda posso dare una risposta. Basta leggere il titolo e vedere il video che segue... Perchè questa è la cosa a cui ho pensato quando ho letto la notizia!
"Ci fosse stato Huber, nemmeno lo rapivano il piccolo Luca..."