Riposino in pace, ma da un'altra parte.

Cimitero di Poggioreale (Napoli). Il signor Pinco Pallino decide di portare un fiore sulla tomba della nonna, oramai scomparsa da tempo, nella cappella di famiglia.

E' da tempo che non si reca al cimitero, arriva all'ingresso della cappella e apre. Stupore e sgomento si leggono sul suo volto quando si trova di fronte ad uno spettacolo inimmaginabile. Secchi, cazzuole, sacchi di materiali edili, picconi e chi più ne ha più ne metta, i nomi dei defunti spariti, le foto volatilizzate. E' una candid camera?

No! E' la "banda di Poggioreale", un'organizzazione dedita al traffico di loculi e cappelle.

Il sistema è molto semplice. I loculi e le cappelle vengono monitorati per un periodo di tempo utile a capire se si tratta di posti visitati da qualcuno o semi-abbandonati. Quando si capisce che un loculo non viene vistato più dai parenti del defunto, in automatico lo si rimette sul mercato a prezzi modici... Si toccano picchi di "appena" 50.000 euro per una cappella di seconda mano, che con qualche euro in più può essere ristrutturata e "pulita" da un'impresa edile "amica".

Ed ecco risolto il problema del sovraffollamento e la mancanza di spazio edificabile dei cimiteri partenopei. Due piccioni con una sola fava e senza arrecare danno a nessuno, se non a delle povere salme che oramai non possono più protestare per lo sfratto esecutivo improvviso.

Le forze dell'ordine sono all'opera per sgominare quest'organizzazione, ma credo che la situazione sia molto molto più complessa e radicata di quanto si pensi e che ci vorrà molto per fare piazza pulita di questi speculatori che non si fermano mai, nemmeno di fronte alla morte.

Cari lettori di Napoli e provincia, organizzate delle ronde familiari per sorvegliare i vostri defunti, preparate delle tabelle di marcia dettagliate, avendo cura di non lasciare incustodite le tombe per più di una settimana e lasciate fiori freschi e vistosi ad ogni visita in modo che fungano da spaventapasseri.

A dirla tutta però, c'è il rischio che anche andando a marcare il cartellino al cimitero tutti i giorni, possiate trovare lo stesso qualche brutto scherzo il giorno seguente.

Ricordate cosa accadde in Via Dei Banchi Vecchi?

28 commenti:

web runner ha detto...

Uhm... ma le salme sfrattate che fine fanno? perchè in tempi di magra se ne impone il riciclaggio.

- Pianisti a Montecitorio in votazioni contrastate?
- Negli stadi per contenere il costo delle sagome (vedi Trieste)?
- Nei consigli di amministrazione come inviati di Tronchetti Provera?
- Tra il pubblico dei talk show Rai, così Masi è contento che non c'è nessuno che applaude?

Emme ha detto...

no, ma infatti...e le salme sfratatte? nel bidone aspiratutto?
ma li mortacci loro!!!!

zicin ha detto...

E proprio il caso di dire che non c'è più religione...neanche raggiunta la pace eterna c'è ancora pace quaggiù per loro

cristiana ha detto...

Con me andrebbero a nozze,mai più andata al cimitero dopo l'avvenuto funerale.
Però questi sciacalli che,ne sono certa,venderebbero anche la madre, andrebbero sotterrati vivi.
Cristiana

gattonero ha detto...

Dicono che a Napoli facciano consommé da favola...
Ma è di sicuro, forse, proprio una favola.

Zio Scriba ha detto...

Cremazione&dispersione, cremazione&dispersione, cremazione&dispersione... Basta, col dar da mangiare ai vermi!

petrolio ha detto...

oh, maronna mia Web Runner e Gattonerooooooo! io odio i fiori recisi! anche qui, per quest'argomento, sono un po' in difficoltà. Nel senso che tutto il mercato delle vere e proprie abitazioni (costosissime e lussuose) mi lasciano esterrefatta! Io preferirei esser seppellita in semplici tombe nel terreno, esser cremata per occupare minor spazio, o addirittura esser 'dispersa' in mare… scoraggerei la tendenza allo sfratto!

ady happyborn ha detto...

sai che questa mi giunge nuova? meglio la cremazione, ridotti in polvere e sparsi nelle acque di marerchiaro,non trovi?

Greg Petrelli ha detto...

Film FANTASTICO... beh un po gli sta bene ai defunti infastiditi: così imparate a morire ! Se non foste morti non si sarebbe posto il problema, non trovate !?

desiree ha detto...

appoggio petrolio.....a parer mio meglio farsi bruciare e disperdersi nel mare...certo per i poveri parenti che non frequentano molto spesso il cimitero non deve essere di conforto vedere una scena del genere....

Juliet ha detto...

Nomaccioè. Il Marchese Del Grillo spacca ragà!
:D

Grace (ma nana) ha detto...

Manco da morti si può stare tranquilli!
Va beh...vorrà dire che vivrò in eterno!
Saluti!

Primo Estinto ha detto...

mi faro' bruciare.......preferisco concimare i fiori.

web runner ha detto...

Concordo anch'io con petrolio. Viva la dispersione in mare.
La soluzione migliore, piu' economica, piu' ecologica.
La preferibile per chi resta sul pianeta: per i vivi, non per i morti i problemi vanno affrontati.
Specie in un paese a maggioranza cattolica.
Questo è infatti quello che raccomanda la bibbia: "I morti non sanno nulla... ed essi non hanno piu' nè avranno mai alcuna parte in quello che si fa sotto il sole". Ecclesiaste 9:5

Heidi ha detto...

Rospo, sono stata in quel cimitero l'anno scorso per recuperare la salma di uno zio di mio marito morto il giorno prima e depositato una notte insieme ad altri 40 defunti "freschi" , in uno stanzone gigante.
Un giro di individui loschi che vagavano tra le vie (sembra un paese),dove si possono trovare gigantografie di giovani... sulle pareti esterne o sui vetri di molte cappelle.
Senza considerare il traffico di macchine che pare il corso di un paese, mi è stato spiegato che il cimitero viene utilizzato anche come scorciatoia da una zona all'altra di Napoli.
Lo zio in questione prima di riposare in pace ha "visto" l'impossibile, prima di tutto il giorno dopo mio marito ed il figlio hanno dovuto risollevare il coperchio per verificare che all'interno ci fosse ancora lui… (consiglio dato all'ospedale San Giovanni Bosco in pieno Secondigliano), dopo la cremazione, scelta per evitare riti illegali di ogni sorta, è stato riportato al cimitero e riposto in un loculo singolo pieno di corpi avvolti in un lenzuolo, infatti, per fare spazio nel cimitero spesso i corpi vengono tolti dalle bare (anche dopo pochi anni) e avvolti come dicevo in un telo e impilati dentro un loculo singolo appartenente ad uno della famiglia. Nel caso specifico c’erano due parenti anziani più un neonato morto decenni prima.
Credimi che io sono rimasta letteralmente sbalordita davanti a quello che ho visto.
Heidi

Adriano Maini ha detto...

Non posso che solidarizzare con Heidi.

CogitoergoVomito ha detto...

E' uno schifo. Non sanno più su cosa speculare. Vivi. Morti. Nessuna differenza.

magocamillo ha detto...

Sento freddo alle ossa..

Tyler Durden ha detto...

rospo, nessuna polemica.. ma farebbe più scalpore un post su qualcosa che a Napoli "funzioni".
Ormai le storie da quel territorio ricordano sempre più la New York 1997 di Carpenter... :-(

Pecora Rossa ha detto...

ah, il business dei cari estinti..
come si dice sempre è un mestiere che mai incontrerà crisi: morire si muore tutti, belli e brutti, ricchi e poveri, simpatici e antipatici, quindi...
Io sarei per la cremazione di massa, "polvere eri e polvere ritornerai", per poi spargere le ceneri al vento...
Vedrai che i soldi sulle tombe non ce li farebbero, dovrebbero riconvertirsi in venditori di aspirapolvere al massimo..

giardigno65 ha detto...

il due di Novembre potrebbe trasformarsi in una caccia al tesoro !

Il grande marziano ha detto...

Ai morti del loculo non importa alcunché.

Il rospo dalla bocca larga ha detto...

Grazie a tutti indistintamente... Abbiamo dedotto dai commenti che buona parte di voi è sicuramente favorevole alla cremazione con successiva dispersione delle ceneri nell'ambiente. E non posso che seguire il vostro pensiero ed essere altrettanto convinto che sia la strada da seguire per non assistere a simili scempi...

@Heidi: mia madre mi racconta sempre di quando andò all'esumazione e tumulazione di mio padre... Le pareva impossibile che un omaccione grande e grosso in così poco tempo potesse essere racchiuso in un panno di lino, trasformato in un mucchio d'ossa... Credo per lei fu una cosa sconvolgente, menomale che non c'ero.

GRAZIE A TUTTI RAGAZZI.

Erotici Eretici ha detto...

MMhh terribile rospo! Il cimitero è un luogo che non riconosco, forse per scansare sempre un pò il pensiero della morte. Ci vado raramente, forte del fatto che le persone che amo non siano li, ma siano li per diverso tempo ... non so se mi sono spiegata!! Credo però che se ci andassi e non ritrovassi quei punti di riferimento ci rimmarrei malissimo. Ovviamente condanno ogni tipo di speculazione, figuriamoci questa!
P.s. Il marchese del Grillo ... tanta roba eh!
Yin

Inneres Auge ha detto...

Come stiamo messi per arrivare a speculare sui morti...

Il rospo dalla bocca larga ha detto...

Che onore... La consorte dell'eretico su questi lidi!

Onoratissimo di condividere il tuo pensiero.

Inneres siamo messi malissimissimo!

Maraptica ha detto...

E con le ossa "d'avanzo"? Il sapone?! -.-

Orietta248 ha detto...

Dopo questa le ho sentite TUTTE!
Robdamèt.
:|